martedì 27 ottobre 2009

ATTENZIONE AI TASSI D'INTERESSE

Domenica scorsa, come alcuni di voi avranno potuto seguire, è andato in onda Report (uno dei pochi programmi seri della nostra Televisione) sul tema dei debiti pubblici delle nazioni esplosi in questi ultimi mesi in seguito all’attuale crisi.
Mi è piaciuta l'intervista all'economista "Marco Pagano" secondo il quale "quando noi usciremo dalla crisi, e sperabilmente ci avviamo ad uscire l'anno prossimo o massimo tra due anni dalla crisi e quindi comincerà a riprendersi l'economia, NOI AVREMO UN FORTE RIALZO DEI TASSI D'INTERESSE"; il motivo di ciò è che quando arriverà la ripresa le aziende avranno bisogno di nuovi capitali, dovranno emettere nuovi bond, a quel punto sul mercato finanzario vi sarà la concorrenza degli stati, adesso molto più indebitati di prima, quindi da una parte avremo eccesso di offerta di bond, dall'altra la stessa domanda da parte dei risparmiatori, ne seguiranno forti rialzi dei tassi d'interesse.
Personalmente aggiungo che a livello statistico i tassi odierni sono bassissimi, ai minimi storici, quindi è probabile che in futuro potrebbero alzarsi; inoltre secondo me l'effetto benefico della globalizzazione sull'inflazione dovrebbe iniziare ad attenuarsi perché il mercato del lavoro in Cina è quasi in piena occupazione, ed i lavoratori chiederanno aumento dei salari, facendo così aumentare il prezzo delle loro merci prodotte, per non parlare di un eventuale rivalutazione della loro moneta sulla nostra.
Vi mostro il video scaricato da "You Tube" dell'intervista rilasciata a Report da "Marco Pagano", detta intervista si chiude con il tema del nostro debito pubblico, nel filmato vi è anche un'intervista all'economista "Francesco Giavazzi".
video

3 commenti:

  1. Ma gli economisti prevedono il futuro?

    RispondiElimina
  2. Certamente no, ma bisogna ascoltarli per poi farsi un’idea.

    RispondiElimina
  3. Le nostre vite sono in mano ai soliti pescecani che decidono se faremo la fame o no.

    RispondiElimina