lunedì 27 luglio 2009

INTESA SANPAOLO EUR TV AMORTISING SUBORDINATO 12.03.2016

Adesso esaminiamo quel bond cui avevo accennato nel post del 13 luglio, è un’obbligazione subordinata tipo Lower Tier 2 della banca Intesa San Paolo emessa con uno spread del 4%, che a oggi offre un rendimento interessante.
Come già saprete dal precedente post, per questo tipo d’investimento (Lower Tier 2) è opportuna una propensione al rischio media; quest’obbligazione oggetto di studio denominata “INTESA SANPAOLO EUR TV AMORTISING SUBORDINATO 12.03.2016” per essere acquistata richiede un lotto minimo di 50000, quindi si rivolge alla clientela facoltosa (in un portafoglio bisogna diversificare, quindi quest’obbligazione può costituire solo una parte di esso).
Ha durata di 7 anni, scadrà il 12/03/16, ma il rimborso avverrà annualmente nella misura del 20% a partire dal 2012.
La cedola è a TV, sarà pagata trimestralmente in base all’Euribor 3 mesi più lo spread, come detto all’inizio, del 4% annuo, poiché quota intorno a 107, ipotizzando tassi costanti (ipotesi poco realistica) il rendimento effettivo netto sarà circa il 2,95%, che come investimento a TV non è male.
Quanto ai rischi, quello principale riguarda il rischio emittente, non tanto quello di default, quanto un aumento del rischio dell’emittente o dell’intero settore, ciò svaluterebbe l’investimento.
Infine, esiste un certo rischio liquidità, cioè prima della scadenza può essere difficile per l'investitore vendere o liquidare le obbligazioni, soprattutto in caso di eventi straordinari.

15 commenti:

  1. per curiosità ho cercato questa obbligazione nel sito "investimenti.unicreditmib.it che per quel poco che ne so io, è quello che ne ha di più, ma non l'ho trovata.
    Mi può cortesemente indicare ove la posso trovare? Grazie

    RispondiElimina
  2. Grazie, ottima analisi.
    Spero che questo servizio di informazione sui bonds prosegua e rimanga a questi livelli. Tutti credono di aver bisogno di idee solo per l'azionario e ritengono che scegliere una obbligazione sia semplice........ Niente di più sbagliato !!!

    Buon lavoro

    Alex

    RispondiElimina
  3. Mi è pervenuta questa mail: Che ne dice?
    --------------------------------------
    La banca inglese presenta un nuovo prodotto obbligazionario per tutti coloro che vogliono dormire sonni tranquilli e battere l'inflazione.
    Barclays Bank Plc lancia in Italia tre prestiti obbligazionari, aventi durata dai 5 ai 10 anni e rimborso integrale del capitale a scadenza.
    Le nuove obbligazioni, denominate Barclays Scudo, acquistabili con un taglio minimo di 1.000 euro, sono riconducibili a tre tipologie, con tasso di interesse fisso, tasso di interesse variabile legato all'Euribor 6 mesi o legato all’inflazione:
    • Barclays Scudo Variabile offre un rendimento semestrale lordo pari all’Euribor 6 mesi + uno spread dell’1,20%, con la possibilità di beneficiare di eventuali futuri incrementi dei rendimenti cedolari in caso di rialzi del tasso di interesse Euribor 6 mesi. Inoltre, in caso di restringimenti dello spread di credito dell'Emittente, l’investitore potrebbe beneficiare di un
    guadagno sulle obbligazioni in conto capitale. Si tenga presente che tale spread, pur essendo in continua riduzione negli ultimi mesi, si colloca al di sopra della media degli ultimi 15 anni. La scadenza delle obbligazioni è di 5 anni.

    • Barclays Scudo Inflazione prevede la corresponsione di una cedola fissa del 4% lordo (3,5% netto) per il primo anno e, per i successivi 4 anni, cedole variabili annuali con rendimento lordo pari al 200% dell’inflazione europea. La scadenza è a 5 anni. Questo prodotto nasce per massimizzare il rendimento cedolare in caso di crescita dell'inflazione europea, allo stesso tempo offrendo nel primo anno una cedola fissa superiore al rendimento dell’Euribor 12 mesi ad oggi.

    • Barclays Scudo Fisso con un rendimento annuale lordo del 6% (5,25% netto), offre la possibilità di beneficiare per 10 anni di un rendimento a tasso fisso superiore agli attuali rendimenti dei titoli di stato Italiani.

    I nuovi prodotti sono quotati in Borsa Italiana (a partire dal 24 luglio 2009) presso il mercato telematico delle obbligazioni (MOT) e possono essere acquistati presso qualsiasi banca oltre che presso le filiali Barclays Italia.

    “Le obbligazioni Barclays Scudo sono finalizzate a soddisfare una richiesta di prodotti con rimborso integrale del capitale a scadenza e con caratteristiche di semplicità. In particolare, le obbligazioni Barclays Scudo puntano a offrire rendimenti superiori a quelli attualmente offerti dai titoli di stato”, ha dichiarato Fabrizio Boaron, Managing Director per l’Italia di Investor Solutions in Barclays Capital

    RispondiElimina
  4. L'obbligazione la si può trovare sul sito "www.eurotlx.com"; codice ISIN IT0004467186.

    RispondiElimina
  5. Grazie Alex per i complimenti.

    RispondiElimina
  6. Quando sono meritati è giusto farli.

    Buon lavoro

    Alex

    RispondiElimina
  7. Mi associo ai complimenti per l'ottimo lavoro.
    Avanti così zio Bond

    RispondiElimina
  8. Un po' rischiose visto che il btp 1 ST 2019 (di analoga durata) rende solo il 4,25, e non mi pare che neanche lo stato italiano navighi in acque tanto buone....

    RispondiElimina
  9. Non so bene qual'è il diverso grado di rischio tra le due banche, ma personalmente preferisco una durata più corta e un tasso più basso ma con possibilità di premio finale se si verificano una serie di eventi, come è previsto per l'obbligazione mediobanca
    ISIN IT0004464407 che quota oggi a 97, scadenza giugno 2015 tasso fisso 3,5% e possibilità di un ulteriore cedola finale dell'8,5% se si verificano una serie di eventi

    Pierluigi

    RispondiElimina
  10. Gentile anonimo il confronto tra il titolo in oggetto con il BTP 2019 è insensato, perché i 2 investimenti hanno duration diverse, chi acquista quel BTP va incontro al rischio tassi, mentre di fatto questo rischio non esiste con il bond della banca Intesa Sanpaolo.
    Infine le dico che al momento il BTP 01/09/19 ha un rendimento effettivo netto a scadenza pari al 3,83% e non come da lei scritto del 4,25%, quello è il tasso nominale.

    RispondiElimina
  11. Ha perfettamente ragione..., ma io intendevo rispondere al post di un anonimo del 31 luglio e mi riferivo all'obbligazione barclays scudo fisso a 10 anni dal rendimento del 6%, isin IT000670328.

    RispondiElimina
  12. A cosa è dovuto il recente rally del BTP 01/02/37? E' vero che si sta facendo carrytrade indebitandosi sul dollaro per comprare quei BTP? Dove può finire il rally di quel titolo? Ad un valore di 100?
    Grazie
    Giovanni

    RispondiElimina
  13. Sig. anonimo ne prendo atto della sua precisazione.

    RispondiElimina
  14. Sign. Pierluigi, il mio è stato soltanto uno studio sull’obbligazione in questione, non è un consiglio di acquisto; ogni lettore fa come meglio crede.

    RispondiElimina
  15. Sig. Giovanni l’impennata dei BTP degli ultimi giorni è dovuta principalmente alla diminuzione del rischio Italia.
    In particolare il BTP che scadrà nel 2037 ha una duration altissima pertanto amplifica, in questo caso, i guadagni o le perdite.

    RispondiElimina